Massimo Bossetti è stato incastrato da ignoto/i?

Ecco le prove di come hanno incastrato Massimo Giuseppe Bossetti

di Arles Calabrò

L’opera narra, in una prospettiva scientifica e giuridica, del fatto di cronaca realmente accaduto in Italia nel 2010. Per questo efferato delitto di una tredicenne, nei primi due gradi di giudizio, è stato condannato all’ergastolo un muratore della bergamasca, marito e padre di tre figli, ma vi sono diverse evidenze (scientifiche e non), analiticamente enucleate nel corso della narrazione, dalle quali desumere che egli sia totalmente innocente e che sia stato incastrato da ignoto/i.

L’autore, Arles Calabrò, supera l’esame di avvocato con il massimo dei voti (300/300), dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza con altrettanto encomiabile voto. Frequenta, in ambito nazionale, scuole di alta specializzazione giuridica finalizzate alla formazione di professionisti del diritto che sappiano analizzare e sindacare l’affascinante rapporto tra diritto e scienza nelle diverse prospettazioni che si affacciano sullo scenario dell’ermeneutica civilistica e penalistica.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *